Ambrosina bassii L.


La pianta è inserita nella lista rossa IUCN come specie vulnerabile a rischio estinzione.

 Immagine

Ambrosia di Bassi.

Descrizione: erbacea perenne con fusto sotterraneo ( rizoma ) che anno dopo anno emette nuove piante il portamento e prostrato.

Rizoma: tubero che permette la emissione di nuove radici e la moltiplicazione della pianta.

Foglie: da 2 a 4 appressate al suolo, portate su un lungo picciolo cilindrico in parte seminterrato. La parte epigea di colore bianchiccia alla base che poi diventa verde, a forma ovato-ellittica o allungata. Il margine è liscio talvolta increspato percorsa di nervature parallele da cui si dipartono quelle secondarie più scure e irregolari mentre nella parte inferiore le nervature si presentano più chiare e poco visibili le nervature nella pagina inferiore. La pagina superiore presenta maculature verde-scuro o arrossato occasionalmente rosate.

Immagine

L’infiorescenza spadicea 1-2 per pianta spata di colore bianco verdastra con peduncolo cilindrico appoggiata al suolo avente forma a barchetta quasi sempre ripiegata su se stessa.

L’apparato riproduttivo si trova sul lato opposto dello spadice, quello femminile situato nella alta dell’infiorescenza, ridotto al solo pistillo con ovario monoculare. Quello maschile si trova nella parte inferiore, costituito da tasche disposte in due file longitudinali, parallele allo stesso spadice. Con 8-12 fiori staminiferi. I due organi sono separati da una zona sterile. Lo stilo orientato verso lo spadice con stimma discoide.

Frutto: è una capsula rotonda verde. I semi sono di colore bruno-rossastra a forma subglobosa.

Distribuzione: nord-est della Sicilia, nord-est e nord-ovest della Sardegna.

Antesi: Dicembre Marzo.

Note: è possibile confondere con Arisarum proboscideum o Arisarum vulgare.

Pubblicato da orto botanico friulano

Questo blog, non rappresenta una testata giornalistica, o un mezzo di informazione scientifica. In quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: