Aconitum lycoctonum L.


Specie tossica anche per contatto i veleni in essa contenuta attraversano la pelle.

 

Erba della volpe, lupaia, strozza lupo.

ImmagineDescrizione: Erbacea perenne alta dai 40 ai 120 cm. Fusto foglioso eretto o ascendente, ramoso nell’infiorescenza.

 

Foglie: le basali palmato-partita picciolate di dimensione variabili a lamina di colore variabile dal verde chiaro al verde scuro.

 

Fiori: gialli pallido a pannocchia ramosa, peduncoli più brevi dei fiori provvisti di peli ricurvi.

Frutti: semi rugosi di piccole dimensioni.

 

Habitat: forre ombrose, boscaglie, radure boschive. Dai 200 ai 2000 m.

ImmagineDistribuzione: tutta Italia escluso isole

Antesi: Giugno Agosto.

Proprietà: specie tossica. In passato utilizzata come difesa degli animali da cortile e greggi, per preparare bocconi avvelenati destinati alle volpi e lupi. Anticamente veniva utilizzata per avvelenare le punte delle frecce.

Nella simbologia mitologica rappresentava la vendetta.

 

Pubblicato da orto botanico friulano

Questo blog, non rappresenta una testata giornalistica, o un mezzo di informazione scientifica. In quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: