Veronica Persica


Famiglia. Plantaginaceae
Immagine

Nome comune. Veronica comune, Occhi della Madonna.

Descrizione. Pianta annua, erbacea infestante, pelosa, con fusti prostrati radicanti, eretti nella parte fiorale, radice fascicolata. Altezza 5/50 cm. 
Le foglie semplici, da ellittiche ad ovali con margine fortemente dentato, pelose. Le foglie basali sono opposte, le cauline sono alterne.

I fiori nascono laterali all’ascella delle foglie, sono portati da lunghi peduncoli, hanno corolle azzurre con fauce giallognola. I fiori rimangono chiusi nelle giornate nuvolose con poca luce.

frutti: sono capsule compresse biloculari reniformi, reticolate e lievemente pubescenti. contengono semi ellittici, marroni, reticolati, profondamente concavi da un lato.

Antesi: Gennaio Dicembre

Distribuzione in Italia: Presente in tutto il territorio.

Habitat: Pianta nitrofila molto comune, presente in tutte le zone antropizzate. Introdotta dalla Persia in Europa (in Italia soprattutto durante il XIX° secolo) . E divenuta infestante dei luoghi erbosi, pascoli, orti, incolti, colture sarchiate. Si ritrova da 0 a 1.800 m.

Specie appartenente al gruppo di Veronica agrestis L., comprendente anche Veronica polita Fr. e Veronica opaca Fr.; si distingue da queste per la corolla maggiore di un centimetro e peduncoli fiorali superiori alla lunghezza della foglia.

Il nome del genere, fissato nel XVIII secolo da Linneo, già adottato in Inghilterra (1527) e in Francia (1545), dal nome dell’italiana Santa Veronica (1445-1497). Alcune fonti ritengono invece che il nome derivi da Betonica per traslitterazione da V a B, nome che appartiene ad un genere della famiglia delle Labiate.  Ciò che appare improbabile è che il nome del genere in questione, abbia a che fare con la Veronica che, per pietà, asciugò con un panno il volto di Cristo sulla via del Calvario, la figura della “santa” Veronica, che appare nella sesta stazione della Via Crucis, non è presente nei quattro Vangeli. Popolare nelle sacre rappresentazioni alla fine del Medio Evo, potrebbe derivare il nome dalla storpiatura di “vera ikona”,la “vera immagine”.

Il nome specifico fa riferimento al luogo di origine della pianta, la Persia .

Specie officinale
Ha proprietà toniche ed espettoranti.

Pubblicato da orto botanico friulano

Questo blog, non rappresenta una testata giornalistica, o un mezzo di informazione scientifica. In quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: